Consiglio Comunale Aperto su presidio ospedaliero di Bozzolo

LETTERA AL DIRETTORE PUBBLICATA SULLA GAZZETTA DI MANTOVA DEL 18 DICEMBRE 2014

Egregio Direttore Lunedì 15 dicembre ho partecipato a Bozzolo ad un interessante Consiglio Comunale aperto sul presidio ospedaliero di Bozzolo, un incontro a cui sono stato invitato come consigliere provinciale  e a cui hanno partecipato numerosi colleghi e amministratori siano essi parlamentari, consiglieri regionali e Sindaci del’area.
Concordo con quanto ha denunciato la Dott.ssa Baroni nel suo intervento specialmente quando ha detto che la sanità lombarda nonostante sia una eccellenza in Italia e che da ben 13 anni non sia mai andata in deficit sia comunque chiamata  dalla spending review del Governo Renzi a ridisegnare la spesa di questo importante capitolo di bilancio che nella nostra regione impegna ben 18 miliardi di euro.
Ho espresso nel mio intervento l’auspicio che nella necessaria rimodulazione della spesa si tenga conto dell’importanza di questi presidi e dell’eccellenza dei servizi che erogano creando, non solo sinergie tra le strutture che insistono nello stesso territorio, ma anche con quelle organizzazioni e associazioni di volontari che aiutano  i cittadini a fruirsi di queste strutture ospedaliere e che in gran numero hanno partecipato all’evento di Bozzolo per assicurarsi che queste realtà non siano depotenziate da tagli lineari indiscriminati perché rispondono, nelle loro eccellenze, ad una richiesta sempre crescente proveniente da tutta la provincia. Questa grande presenza di associazioni e organizzazioni di volontariato ha riconfermato sempre più, se ancora ve ne fosse il bisogno, l’importanza che le strutture di Bozzolo, Asola e Casalmaggiore rivestono per i cittadini.
Sono fermamente convinto che il futuro della sanità lombarda debba modificarsi andando in contro alle mutate esigenze della popolazione profondamente cambiate in questi ultimi anni, puntando sempre più a strutture di eccellenza che facciano della complementarietà territoriale, della sinergia strutturale anche sovra territoriale e della sinergia con le associazioni e organizzazioni di volontariato, il loro punto di forza, creando sempre più efficienza e qualità nei servizi che erogano ai cittadini. Risulta quindi evidente che per fare ciò occorre che le strutture esistenti debbano essere sempre più specializzate e potenziate in ambiti specifici in un quadro generale di complementarietà degli ambiti di intervento specialmente nelle strutture territorialmente attigue come quelle appunto di Bozzolo, Asola e Casalmaggiore, realtà che in un ottica  di questo tenore non potranno che essere salvaguardate e ulteriormente specializzate.

Paolo Refolo
Capogruppo IDV
Consiglio Provinciale di Mantova

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...